Game of Thrones Football League

Stark VS Lannister

– Buonasera amici sportivi e benvenuti alla finale della Game of Thrones Football League. Al microfono per voi c’è il solo Legittimo Re Viserys Targaryen con il supporto tecnico-religioso di Melisandre, Sacerdotessa del Signore della Luce.

Si gioca alla King’s Landing Arena questa attesissima finale tra l’Olimpic Winterfell detentore del titolo, allenato dal Lord di Grande Inverno Eddard “Ned” Stark , ed il Real Casterly Rock di Tywin Lannister che inaspettatamente ha battuto ai rigori in semifinale l’Atletico Harrenal.

E’ un caldo e assolato sabato pomeriggio e infatti ci stupiamo nel vedere, mentre le squadre fanno il loro ingresso in campo, tutti i membri della casata Stark indossare pesanti pellicce di orso. Stanno già sudando come cavalli da tiro Dothraki per via del loro irrinunciabile “Winter is coming”… Cosa ne pensi Melisandre, della scelta di giocare di giorno la finale? Perché?

– Senza dubbio è il volere del Signore della Luce, perché la notte è buia e piena di orrori… E’ merito Suo anche la decisione della Federazione di adottare il drink-break alla mezz’ora.

– Ehm già, sarà sicuramente così. Ma vediamo gli schieramenti che scenderanno in campo.

Ned Stark ha intenzione di passare per il suo Olimpic Winterfell dal solito 4-1-4-1, che lo ha fatto un po’ soffrire contro il Nido dell’Aquila FC, ad più concreto 3-5-2. L’agile Samwell “Sam” Tarly sarà confermato titolare tra i pali, in difesa ci sarà il blocco formato da Theon Greyjoy (ci dicono dalla redazione che Robb Stark gli ha sputato in faccia già tre volte negli spogliatoi), il sempre affidabile Ramsay Snow il figlio bastardo di Bolton e Brienne di Tarth, quest’ultima ha già dimostrato di avere da sola più palle di tutta la difesa della sua squadra messa assieme.

Proseguiamo col corposo centrocampo che vede sulle fasce uno smagliante Bran Stark in groppa a Hodor e quel rigurgito di fogna usurpatore di Robert Baratheon, vistosamente già ubriaco; in mezzo vedremo il suddetto capitano Robb Stark mettere in campo il suo talento nella regia e nelle finte matrimoniali, Stannis Baratheon con la tipica espressione arcigna, mai una risata per lui, e la new entry Jon Snow in sostituzione di Lord Davos, che ricordiamo salterà questa partita perché risultato positivo all’antidoping delle cipolle.

– Leggo nelle fiamme il futuro di Lord Davos, Viserys, ed è tetro e molto lontano dalla Luce dell’Unico Vero Dio…

– Non potrebbe essere più vero, Melisandre: la regia lo sta inquadrando proprio ora bestemmiare energicamente l’Unico Vero Dio dalla tribuna. Chissà se il suo sostituto, il “verginello” Jon Snow, nel quale Ned Stark ha piena fiducia, saprà dimostrare di non essere solamente il figlio di una baldracca senza nome.

In attacco per il Winterfell spazio al tandem formato dal pluriresuscitato Beric Dondarrion e Jaqen H’ghar. Jaqen, in prestito dal Braavos City e corteggiato dal Qarth di Essos, ha fallito due clamorose palle gol nell’amichevole contro gli scopa-cavalli di Vaes-Dothrak e dovrà dimostrare di essere nuovamente decisivo, indipendentemente da quale faccia o maglia indossi.

– Se abbandonasse i falsi déi e si convertisse al Signore della Luce, magari donando sangue e sperma a una volenterosa e devota Sacerdotessa “a caso”, potrebbe anche farcela…

– Sempre molto devota e pia, la nostra Melisandre! Il Real Casterly Rock ha ritrovato il suo bomber d’eccezione, quel nano diabolico di Tyron Lannister, sempre più uomo mercato conteso per l’impressionante media-gol segnati di testa su calcio piazzato. Tywin Lannister con lui è pronto a schierare un tagliente 3-5-1-1: Lord Baelish “Ditocorto” a difendere la porta, davanti a lui i migliori mozzatori di teste di tutto il torneo, i fratelli Clegane cioè Sandor “Il Mastino” e Gregor “la Montagna” che, assieme ad un ambiguo Renly Baratheon, formeranno il pacchetto arretrato.

– Vediamo in questo istante Renly Baratheon correre verso la terna arbitrale, sembra stia già chiedendo a gran voce un “fallo” anche se il match deve ancora iniziare…

– Non stento a crederlo, Sacerdotessa! La sua ossessione per cercare, chiedere e stimolare il fallo è ben nota a tutti i telespettatori.

– Sarà contenta sua moglie Lady Margaery Tyrell, che è in panchina.

– Credo non se ne preoccupi molto, in questo momento sta mostrando le tette ai sostenitori sugli spalti per incitare il tifo. Proseguiamo con un centrocampo che ha decisamente “gli attributi” a partire da Lord Varys, poi lo Sterminatore di Re, vale a dire quel figlio di una scrofa di Jamie Lannister, e la leggiadra Yara Greyjoy strappata inaspettatamente con un colpo di mercato di Tywin allo Sporting Pyke. Tra l’altro sembra che Yara abbia anch’ella già sputato in faccia a suo fratello Theon del Winterfell mentre le squadre uscivano dal tunnel. A scorrazzare sulle corsie laterali Lord Tywin ha piazzato il giovanissimo capitano Joffrey Baratheon (si dice abbia torturato gli orfani di Approdo del Re finché non gli è stata concessa la fascia) e il Cavaliere di Fiori Ser Loras Tyrell il quale sta salutando sportivamente tutti gli avversari e i compagni di squadra con stretta di mano e pacca sulle terga. Un momento di imbarazzo quando è il turno di Jamie Lannister, per lui solo pacca sulle terga.

– Scusami Viserys, ma è un’erezione quella che si nota nei pantaloncini del Cavaliere di Fiori?

– O quella, oppure ha la mano mozzata di Jamie nelle mutande, mia cara Sacerdotessa Rossa! Ma finiamo con l’attacco deciso dal mister Tywin, perché ci sarà un duo davvero affiatato: Bronn, l’unico giocatore a cottimo del Casterly Rock, ed il già citato Tyron Lannister probabile vincitore del prossimo Pallone di Spade per le sue prodezze aeree.

A dirigere questa finale sarà l’esule Jorah Mormont, la cui carriera arbitrale è purtroppo macchiata da una ridicola vicenda giudiziaria per tratta di schiavi, e sarà coadiuvato dai due guardalinee Maestro Aemon Targaryen e Khal Drogo con il suo fedele arakh, la spada ricurva tradizionale, al posto della bandierina. Ricordiamo a beneficio degli spettatori che per le usanze Dothraki una finale di Game of Thrones League senza almeno tre morti sul campo viene considerata noiosa!

– Un momento, Viserys. Maestro Aemon di Castle Black? Tuo zio? Ma non è cieco?

– Non risvegliare il drago con queste inutili polemiche, Melisandre! E’ un Targaryen e tanto ti basti! Vuoi che ti venda ai Signori delle Pecore?

– Beh pensandoci potrebbe anche avere risvolti interessanti…

– Comunque, cari amici sportivi, sarà una sfida durissima a King’s Landing quest’oggi tra l’Olimpic Winterfell ed il Real Casterly Rock. Si prospetta un match davvero incandescente e ricco di mutilazioni, proprio come piace a me. Ma eccoci al calcio d’inizio.

CONTINUA…

Grazie a LegaNerd per la geniale idea, in particolare a NewsBot, mc e Wex

Annunci

Informazioni su thedrakh

Quelle perle d'ignoranza nelle quali a volte t'imbatti. Tuo malgrado. Cioè, che poi ci provi a schivarle, ma loro ti trovano lo stesso. E alla fine pensi che non sia un caso.

Pubblicato il 5 luglio 2014 su Senza categoria. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: